Articoli taggati :

serp

TECHNOLOGY COMMUNICATION INTERNET AND SEO CONCEPT
1024 683 Virgilio

SEO nel web 3.0

Mondi così diversi, segmenti di mercato variegati, business materiali, immateriali e verticali, insieme di clienti eterogenei. Questa è la nostra quotidianità da qualche anno.
Nell’era digitale del web 3.0 l’unica costante, l’unica richiesta che accomuna tutti i nostri clienti è la visibilità. Un posizionamento di qualità che si traduce in quel concetto di web semantico, declinazione di rete come database di contenuti correlati a determinate parole chiave, che permettono la ricerca di informazioni sempre più performante. Il nostro SEO è analizzare la rete per posizionare i contenuti a seconda della qualità e della pertinenza, arrivando al concetto di web potenziato, perché la potenza del mezzo di comunicazione digitale permette uno scambio di informazioni tra azienda-consumatore, artista-fan, proprietario-visitatore, politico-elettore.
Siamo felici di raccontarvi che la nostra ricerca costante, tra algoritmi, sinonimi e cross linking, ancora una volta ha condotto due dei nostri clienti a risultati inaspettati. Aumentare in positivo e in valore assoluto indici, parametri e conversioni. Migliorare, ottimizzandolo, il traffico organico, riducendo costi di investimento social e di digital marketing. Passare da 30 pagine indicizzate a 1.010 in 7 mesi, 340 locuzioni indicizzate nelle prime tre pagine, le 3 main keyword indicate dal cliente in prima pagina in 5 mesi, chiavi con una media di 43.000 query mensili su 34.000.000 di risultati nella SERP di Google, è possibile grazie a un modello unico elaborato da un team di ingegneri, creativi e studiosi della parola. 
SEO-Search-Engine-Optimization-Web30-come-fare-SEO
Il nostro pensiero, oggi, va dunque a Fabio Di Bari, per aver creduto in noi con la sua nuova piattaforma FlipperMusic. Che, oggi, tra oltre venti milioni di risultati e ventisettemila query mensili, è posizionata al primo posto davanti a un colosso come Universal.
Dati meno appariscenti ma non meno importanti, riportiamo anche per Federlus, con la sua televisione Orizzonti TV, prima web television di educazione finanziaria.
In soli tre mesi, sono triplicati gli accessi organici e la main keyword, presente alla pagina 137 di Google prima del nostro intervento, risulta oggi al dodicesimo posto assoluto, ancora in crescita, tra colossi del settore.
SEO-music-library-flippermusic
150 150 Agostino

Social search

Due brand. Due mission. Due target. Una squadra. Facebook e Bing.
Il più grande social network e il più innovativo motore di ricerca, si sono coalizzati. Puntano a conquistare il web, sfidando il più grande dei colossi del mondo telematico. Non sono stati i primi ad annunciare la funzione innovativa del social search, visto che Google lo avevo già fatto un anno fa, ma effettivamente sono stati i primi a rendere disponibile la funzionalità. La Serp di Bing sarà integrata dai contenuti presenti in Facebook. Tecnicamente vi consiglio di approfondire l’argomento da professionisti, io vorrei soffermarmi su aspetti alla mia portata. Il consumatore è morto.
Il brand è finalmente giunto alla conclusione, almeno si spera, che non esiste semplicemente il consumatore ma i prosumer. Esistono diverse identità, ma tutte sono produttive. Non si limitano a servirsi del prodotto, ma lo rendono elemento costitutivo della quotidianità. Il prodotto diventa elemento centrale della comunicazione tra gli individui. Una comunicazione che non resta limitata a un piccolo gruppo ma che, attraverso le moderne tecnologie, diventa disponibile a tutti. Gli elementi generati dal prosumer non sono più un valore aggiunto del prodotto, ma i valori per il quale esso diventa brand.
Gli individui nell’acquistare un prodotto, sono portati a valutare le considerazioni dei propri contattai e/o di chi ha già acquistato/usato il prodotto. Gli individui hanno maggiore fiducia dei propri conoscenti e/o di chi si trova nella propria posizione di utilizzatore.
Nulla di profetico, visto che ciò è vero da sempre, ma per la prima volta si prende in considerazione che i contenuti generati dall’utente possano essere più interessanti di quelli istituzionali.
Il marketing è lo starnutatore.