Articoli taggati :

facebook

150 150 Alfredo e Virgilio

Il valore dei beni intangibili in un percorso di protezione e sviluppo aziendale

La protezione degli asset aziendali costituisce un’esigenza fondamentale per qualsiasi azienda.
Quest’affermazione, così come formulata, potrebbe ottenere senza fatica una posizione di rilievo nell’ambito della classifica delle ovvietà del linguaggio di impresa, riferite ad intenti tanto sbandierati quanto poco praticati o, comunque, realizzati con modalità poco proattive.

Tranne che in rari casi virtuosi, infatti, la protezione aziendale continua a essere caratterizzata da un approccio piuttosto datato caratterizzato da due elementi: la difesa fisica dell’azienda – riferita, pertanto, soprattutto agli asset materiali – e l’utilizzo di strumenti dedicati di natura inibitoria o coercitiva (sistemi antintrusione, procedure e check list da osservare da parte dei dipendenti, ecc.).

Questa funzione organizzativa, poiché spesso strutturata come una sorta di polizia privata, finisce con il costituire quasi un corpo estraneo dell’azienda e il maggior ostacolo alla sua integrazione è costituito dalla cultura e dal modus operandi che caratterizza gli operatori.

Una grossa opportunità di cambiamento è stata rappresentata dalla relativamente recente introduzione della sicurezza informatica, che si è proposta fin da subito con visioni, approcci e metodi radicalmente diversi e innovativi.

Purtroppo, finora, le esperienze maturate non hanno fatto registrare quella virtuosa osmosi che avrebbe consentito di fare un salto di qualità al modo di interpretare e attuare la protezione aziendale.

Tuttavia, facendo leva anche sulle indicazioni in merito ad Automazione, digitalizzazione, globalizzazione del recente Piano Nazionale Impresa 4.0 approntato dal Ministero dello Sviluppo Economico, è auspicabile che passi avanti in tal senso vengano effettuati.

Al di là degli stimoli o delle decisioni dirigistiche, restiamo però convinti che le innovazioni, nella maggior parte dei casi, non sono studiate a tavolino ma sono il frutto di situazioni impreviste, favorite da contaminazioni, esigenze di mercato e, ovviamente, dalla capacità di traguardare il futuro individuando non solo i potenziali pericoli ma anche le correlate opportunità.

In questo senso, una delle opportunità potrebbe essere costituita dalla sentiment analysis, un processo di monitoraggio interno ed esterno in grado di rappresentare un formidabile input per l’innovazione di processo, al fine di reingegnerizzare e riconsiderare , ampliandolo, il concetto di protezione aziendale, rispetto ai tanti tentativi di miglioramento incrementale risultati spesso vani.

Si tratta di fare propria una mutazione culturale che incide sui classici processi (valutazione, decisione, condivisione) e porta in primo piano la quantificazione di entità fino a oggi poco ponderate e misurate, anche per assenza di strumenti adeguati.

Un cluster di innovazione aziendale che consente di sostenere le attività di crisis managament, attraverso una costante osservazione di flussi di informazione non condizionata, in grado di evidenziare picchi di allerta negativa e neutralizzare, anticipandola, l’eventuale ricaduta sul posizionamento istituzionale o addirittura sulle decisioni d’acquisto da parte dei destinatari dei beni.

La discontinuità con il passato è focalizzata, non a caso, proprio sui parametri a cui abbiamo prima fatto cenno e che sono universalmente riconosciuti da decision maker: asset e strumenti.

In relazione agli asset, rispetto ai beni materiali vengono valorizzati prioritariamente quelli immateriali. Per questi ultimi, allo stato attuale, vi è una maggiore consapevolezza del loro ruolo e, conseguentemente, le aziende devono individuare, valutare e gestire gli asset intangibili in quanto essi sono in grado di incidere in misura rilevante sul vantaggio competitivo rispondendo a diverse esigenze quali:

  •  l’applicazione dei principi contabili internazionali (IAS 38) per la loro valutazione economica;
  •  la comunicazione del loro valore al mercato dei capitali (le varie Borse Valori);
  •  la formulazione di strategie per creare valore sociale in senso lato (anche responsabilmente sociale, con impatti su uomini e territorio);
  •  la pianificazione e il controllo degli investimenti in beni immateriali (marketing, R&D, ICT, risorse umane), sempre più rilevanti sia dimensionalmente che strategicamente;
  •  la definizione del loro ruolo crescente nella differenziazione del prodotto/servizio.Dopo aver creato un proprio portafoglio di beni intangibili, ogni azienda deve naturalmente proteggerli e qui entra in campo l’innovativo strumento della sentiment analysis.
    Essa consiste nell’osservazione, estrazione, analisi semantica, ponderazione, polarizzazione e classificazione delle opinioni che gli utenti esprimono in maniera sincera e non indotta all’interno della blogosfera, relativamente a prodotti/servizi/testimonial/offerte/dirigenti, per arrivare a pesare e misurare, anche in chiave comparativa, la brand reputation.

    model

    Ma qual è il collegamento con la protezione aziendale?
    Per rispondere, bisogna partire dal fatto che la prospettiva di tale funzione organizzativa mira tradizionalmente a tutelare ciò che è contenuto nel perimetro aziendale (e quindi, ciò che sta dentro). Il maggior rilievo attribuito alla tutela dei beni intangibili porta a modificare questa prospettiva: occorre proteggere il bene nel momento di maggiore vulnerabilità che, per i beni immateriali, così come per gran parte di quelli materiali, coincide con quello in cui essi escono dall’azienda ed entrano in contatto con gli stakeholder (consumatori, clienti, autorità regolatrici, organi di stampa specializzata, investitori, ecc.).

     

    reputation-graph-model

    In definitiva, possiamo affermare che la sentiment analysis ci permette di tutelare i beni intangibili di un’azienda, in primo luogo la sua reputazione, attraverso la possibilità di:

    •  analizzare la percezione online: possono crearsi situazioni in cui anche un solo cliente insoddisfatto può dar vita ad un’eco di insoddisfazioni in rete verso il brand;
    •  comprendere il peso online di un brand/prodotto/personaggio: i commenti che gli utenti pubblicano in rete si diffondono rapidamente, alimentando contenuti che verranno poi condivisi e segneranno in qualche modo il brand in questione (sia positivamente che negativamente);
    •  misurare il ritorno delle attività di marketing: in seguito alle attività di comunicazione, in modo particolare sui social media, diventa fondamentale tenere traccia di tutte le opinioni a riguardo e ricavare una visione d’insieme sul tono delle conversazioni.Un processo integrato tra virtuale e reale consente quindi di fornire un potente supporto non solo per la protezione del bene – collocandola nettamente in una prospettiva di prevenzione – ma anche per il suo sviluppo.*Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Giuseppe Nucci, esperto di Risk Management. Articolo pubblicato il giorno 10 ottobre 2017 sul sole 24 ore

     

Social media
940 788 Martina

Social News – Le novità di gennaio 2017

Si sa che il web è in continua evoluzione, e si sa che i social media sono ancora più veloci e che ci sono cambiamenti all’ordine del giorno.

Cerchiamo allora di venirne a capo e fare un po’ di ordine per capire cosa è successo dall’inizio di questo 2017.

Facebook

Come non iniziare dal re dei social?

Facebook ha introdotto o sta per introdurre molte novità di cui alcune piuttosto importanti, vediamo quali:

    • A inizio gennaio è stata annunciata l’introduzione delle ads sui video caricati direttamente su Facebook. Avete presente quei banner che compaiono sui video Youtube? Ecco, la stessa cosa, in mid-roll dopo 20 secondi di visualizzazione del video. Non si sa ancora bene in che modo verranno visualizzati e se, come per Youtube, sarà possibile chiuderli. L’unica cosa che si sa è che le revenue degli investimenti saranno divise con i publisher dei video (55% ai publisher e 45% a Facebook). Non male, ma attendiamo l’effettiva introduzione dello strumento per dare un giudizio definitivo su questa novità;

 

    • Facebook Journalism Progect – Zuckerberg dice no alle bufale e sì al supporto tecnico e logistico alle aziende che sono attive nel mercato dei media. Dopo le pesanti critiche subite dal re dei social durante le elezioni americane, accusato di aver lasciato che notizie false circolassero liberamente, Mark Zuckerberg ha deciso di avviare questo progetto di formazione ai giornalisti e di assistenza alle aziende media. Anche qui aspettiamo futuri aggiornamenti per capire in cosa consiste tutto ciò nel concreto;

 

    • Nuove funzionalità e strumenti per i video in diretta – soprattutto per chi li usa in modo professionale. Innanzitutto si potranno pubblicare dirette anche da browser web e non solo da mobile, inoltre Facebook introdurrà anche un nuovo ruolo per le pagine che permetterà di pubblicare dirette. Quindi non sarà più necessario essere amministratore della pagina, ma semplicemente un Live Contributor. Sicuramente un’ottima cosa che permetterà una gestione più flessibile e sicura delle pagine.  Verranno introdotti inoltre degli insight per le dirette video per i profili personali con più di 5 mila follower e la possibilità di mettere in evidenza i commenti più interessanti che sono stati fatti durante la diretta. Tante novità per le dirette che stanno avendo sempre più successo;

 

    • Introduzione di Ads sugli Instant Articles – da poco infatti è possibile scegliere come posizionamento delle inserzioni anche gli instant articles quando si usano specifici formati publicitari come Post della pagina con link, Installazione dell’app mobile, video e carosello e per 6 degli obiettivi previsti (views del video, traffico, conversione, interazione, installazione app e vendita dei prodotti in catalogo).

 

    • Introduzione delle regole di automazione per le campagne – è in roll-out e quindi non ancora disponibile per tutti, però il 2017 ha portato anche la possibilità di impostare delle regole che permettono di attivare notifiche o stoppare campagne al verificarsi di determinati eventi che decide l’inserzionista. Facebook fa quello che decidi tu quando lo decidi tu e lo fa al tuo posto;

 

    • Musiche personalizzate all’interno degli slideshow – Finalmente! Anche se ormai nessuno più attiva l’audio dei video e quindi potrebbe sembrare una cosa da poco. Sta di fatto che per alcune attività potrebbe essere importante e soprattutto possiamo evitare le raccapriccianti proposte di Facebook e decidere noi la colonna sonora dei nostri slideshow (mi raccomando ai diritti però!);

 

    • Introduzione delle inserzioni video in-stream – ossia brevi inserzioni video all’interno dei video in target. A differenza di Youtube le inserzioni sono basate sul pubblico e non sul contenuto, quindi due persone che guardano lo stesso video probabilmente vedranno due inserzioni diverse;

 

  • Facebook Stories – Mark non si ferma mai e ha lanciato in versione beta, e per ora solo in Irlanda, le storie anche su Facebook. Così come ha fatto con il suo altro pargolo Instagram (che ha preso l’idea a Snapchat), anche su Facebook a breve potremo pubblicare le nostre storie quotidiane. (Ce n’era bisogno?)

Instagram

Passiamo appunto alla seconda creatura (adottata) di Zuckerberg.

Quali sono le novità sul social fotografico per eccellenza?

  • Insight sulle Stories e un nuovo formato pubblicitario in arrivo – proprio così. Le storie pubblicate, almeno per i profili business, potranno finalmente avere degli indicatori di performance. Stiamo parlando di reach, impressions, degli exits e dei messaggi inviati da parte degli utenti che visualizzano la storia. Anche qui siamo in roll-out per cui qualcuno potrebbe già averli a disposizione. Inoltre anche su Instagram è stato introdotto il mid-roll, ma stavolta sulle stories condivise dagli utenti con immagini o video di massimo 15 secondi.

  • È possibile già da qualche giorno fare dirette nelle stories –  Instagram sta diventando sempre più un social live e i video stanno crescendo sempre di più, ma la fotografia rimane ancora il contenuto principale,  e questo ci porta al prossimo punto…

  • Gli album fotografici. È in fase di test, e solo per Android al momento, l’introduzione degli album fotografici. Quindi se abbiamo più immagini relative ad uno stesso soggetto/evento/momento potremmo creare un album anziché tempestare i nostri follower con foto che sono molto simili tra loro.


LinkedIn

Linkedin non ci regala molte novità, ma quella di questo mese è piuttosto consistente: un layout tutto nuovo, molto più user friendly e per certi versi molto simile a Facebook, ma ci piace.

È ancora in fase di roll-out, ma piano piano tutti gli account LinkedIn stanno cambiando veste, proprio come nelle immagini di seguito.

La nuova home prevede anche un menù più dettagliato e un accesso diretto a Slideshare, che finora non era previsto.

Home page Linkedin

Nuova Home di Linkedin

Il profilo invece mette in evidenza le ultime attività, pubblicazioni e statistiche.

 

Pagina profilo Linkedin

Pagina profilo Linkedin

I social nel primo mese dell’anno ci hanno riservato non poche novità, alcune molto più interessanti di altre, e Facebook in termini di advertising ci lascia con molti nuovi strumenti da approfondire e scoprire.

See you next month!

facebook-insights-1024x575
1024 575 Martina

Facebook Insights: cosa accadrà?

Oh Facebook, che combini?

Mercoledì 16 novembre il nostro social preferito ha rilasciato un’importante comunicazione in cui ha chiarito diversi aspetti sugli Insights delle pagine e sui cambiamenti che ci saranno da qui ai prossimi mesi.

Iniziamo con l’ammissione di colpa. Eh sì, Facebook ha ammesso di aver fatto degli errori nel calcolare alcuni parametri e che quindi da ora in poi le cose cambieranno.

Vediamo i principali:

  • Reach organica 1 – finora la reach organica e quella a pagamento erano calcolate in modo differente: per il calcolo di quella organica la persona veniva raggiunta anche quando il contenuto non era visualizzato nello schermo ma comunque presente nel newsfeed (quindi valore da sempre falsato), la reach a pagamento invece veniva calcolata solo se il contenuto era stato effettivamente visualizzato a schermo (tenendo conto quindi della viewability). Ora il calcolo verrà allineato e Facebook stesso stima una flessione del 20% della reach organica media. Esatto 20%!

 

  • Reach organica 2 – sembra inoltre che finora ci sia stato un bug (dice Facebook) che ha duplicato il conteggio della reach totale della pagina nella panoramica degli insights, solo per i dati relativi ai 7 giorni precedenti e 28 giorni precedenti. Infatti sembra che il numerino non mostrasse le persone raggiunte ma le visualizzazioni totali, senza andare a depurare il calcolo dalle visualizzazioni ripetute. Si tratta di un errore che ha falsato i numeri degli ultimi 7 giorni del 33% e quelli degli ultimi 28 giorni del 55%. Poca roba insomma!

 

  • Visualizzazioni dei video – in questo caso l’errore nel calcolo finora ha mostrato dei valori più bassi delle visualizzazioni al 100% del video a causa del fatto che spesso il file audio e video non erano perfettamente allineati: su alcuni device il video finiva una frazione di secondo dopo la sua conclusione e quindi a Facebook non risultava la completa view. Ora anche questo è stato corretto e le views al 100% dovrebbero aumentare di circa il 35%.

 

  • Instant Articles – qui sembra che abbiamo sbagliato a conteggiare il tempo speso per articolo, di circa il 7-8% in più in media dall’agosto del 2015. Questo perché stavano calcolando la media del tempo di lettura in maniera aritmetica, quindi semplicemente dividendo per il numero di articoli, anziché tenere conto delle singole visualizzazioni di ogni articolo e quindi fare la media ponderata del tempo speso. Risolto anche questo.

 

facebook-insights

Oltre a queste e altre correzioni Facebook ha deciso di attivare qualche altro importante cambiamento, per esempio:

    • Aumenterà le verifiche da enti terzi – aumentando le attività di monitoraggio che già ha in campo con Nielsen, Moat, com Score e IAS (Integral Ad Science) e inserendo i video e i live di Facebook nella DCR di Nielsen (Digital Content Ratings), che consentirà di mettere a confronto le metriche digital e TV nella Total Audience Measurement di Nielsen stessa.

 

    • Aumenterà e renderà più regolari le comunicazioni sui cambiamenti delle metriche, dei prodotti e su tutte le novità in uscita attraverso la creazione di un blog.

 

Tutti gli altri cambiamenti vertono sulla maggiore trasparenza e comprensibilità da parte di chi come noi lavora quotidianamente su Facebook. Per chi volesse approfondire è tutto in questo articolo.

Insomma se nei prossimi giorni o già da ora vedete la reach della vostra pagina diminuire sappiate che è normale, o almeno sappiate che sta succedendo a tutti. Mal comune mezzo gaudio no?

feature-45
1024 576 Agostino

Deadpool: l'infografica di un successo

Negli ultimi tre mesi abbiamo avuto il piacere di lavorare sul film dedicato al più ironico personaggio dell’universo Marvel: si tratta di Deadpool, l’irriverente “Mercenario Chiacchierone” dotato di poteri sovrumani e di uno spiccato senso dell’umorismo.

Il film, uscito nelle nostre sale lo scorso 18 febbraio, è un vero concentrato di azione e ironia ed è riuscito a convincere sia la stampa che gli appassionati del genere cinecomic, ottenendo ottimi risultati al Box Office.


Abbiamo voluto raccontare il risultato del nostro lavoro in questa infografica, che riporta alcuni dei numeri di questo enorme successo targato 20th Century Fox

E in attesa che arrivi nelle sale Deadpool 2 ci auguriamo che il film continui a registrare questo grande successo!


Deadpool

 

barbershop-icon
200 200 Agostino

Voice Over 30 luglio 2015 – la classifica social dei film

Voice Over 30 luglio 2015Cos’è Voice Over?

È un servizio che misura la visibilità social (Facebook e Twitter) dei film protagonisti delle sale cinematografiche. Ogni settimana vedremo quali sono i principali film che hanno ottenuto un volume maggiore di share of voice sui canali social.

In particolare vedremo i risultati per tutti i film già in sala e in uscita nel weekend in arrivo  e per quelli in uscita nel weekend che seguirà.

Perché Voice Over?

Beh, facile! Possiamo vedere quale film ha più visibilità sui social network rispetto ai competitor, possiamo capire se gli investimenti nelle diverse strategie di comunicazione stanno dando i loro frutti, o se è necessario correggere il tiro. Con il report completo è possibile andare a indagare se in particolari giorni c’è stato un picco di partecipazione da parte degli utenti e a cosa è dovuto e, quindi, provare a replicarlo per aumentare la visibilità del film.

Con la nostra piattaforma Thread Off abbiamo raccolto tutte le conversazioni sulle fanpage ufficiali Facebook dei singoli film – o, laddove non disponibili, della casa di distribuzione – e su Twitter tutti i tweet contenenti l’hashtag ufficiale del film e/o il titolo dello stesso.

Periodo di analisi 20-26 luglio 2015

Film già in sala e in uscita dal 30 luglio 2015

Tutti i film, una volta usciti nelle sale cinematografiche, vengono monitorati per le successive 4 settimane e, nel caso in cui il successo e la permanenza in sala continuino a dare loro visibilità, anche per alcune settimane a seguire.

I film in uscita questa settimana sono:

  • Left Behind: la profezia – Notorious Pictures
  • Pixels – Warner Bros
  • Ex Machina – Universal Pictures
  • Kristy – The Spaces Movies

Babadook rimane ancora in testa alla nostra classifica: l’horror che ha fatto impazzire pubblico e critica sta tenendo molto bene in questa estate di incassi decisamente sottotono.

Film in sala al 30 luglio 2015

Film in sala al 30 luglio 2015

Jurassic World è ancora ben piazzato nella nostra classifica, ma vedremo nel prossimo grafico il perché. Il film con Jennifer Lopez, Il ragazzo della Porta Accanto, ha una buona media giornaliera, soprattutto su Facebook, canale su cui primeggia anche Babadook. Ottima anche la tenuta di Terminator Genisys e buona performance di Pixels, in anteprima nella sola giornata del 25 luglio in 300 sale e in programmazione dal 29 luglio.

Vediamo però qual è il trend giornaliero della share of voice dei nostri primi 5 classificati.

Trend giornaliero film in sala al 30 luglio 2015

Trend giornaliero film in sala al 30 luglio 2015

Come possiamo vedere, nel corso della settimana Babadook mostra una diminuzione continua delle conversazioni social, quindi un’evidente perdita di entusiasmo del pubblico dopo l’ultimo weekend in sala. Buona crescita di Pixels, con alcuni alti e bassi, soprattutto all’inizio della scorsa settimana. Notiamo come Il Ragazzo della Porta Accanto abbia visto quasi un crollo delle conversazioni dopo il primo giorno di programmazione… che non sia stato troppo gradito dal pubblico?

In ogni caso, il fenomeno più interessante che riscontriamo nel nostro grafico giornaliero è il grande picco di conversazioni che vede protagonsita Jurassic World il 24 luglio. Indagando sulla causa di questa crescita repentina, abbiamo scoperto che è dovuta all’annuncio del sequel del film, che avrà come protagonisti gli stessi attori (cosa particolare per il franchise, visto che nei precedenti capitoli il cast è sempre stato diverso).

Come cambia la nostra classifica escludendo dall’analisi Jurassic World?

Film in sala al 30 luglio 2015 senza Jurassic World

Film in sala al 30 luglio 2015 senza Jurassic World

Vediamo che entra in quinta posizione Spy, film che al box office dell’ultimo week end si è posizionato primo e che su Facebook ha un volume medio di commenti secondo solo a Il Ragazzo della Porta Accanto. Il canale che lo penalizza molto è Twitter, in cui si vedono ben pochi feed giornalieri.

Per avere maggiori informazioni sul servizio Voice Over o per avere i report completi, che comprendono informazioni molto più approfondite e personalizzabili rispetto ai post settimanali, potete scrivere all’indirizzo voiceover@estrogeni.net

Noi ci fermeremo per qualche settimana e ci ritroveremo con i nostri appuntamenti settimanali a settembre.

Buone vacanze!

Agostino

Da Google a Facebook: la rivoluzione degli acquisti online

Si chiama Purchases in Google: è la nuova funzionalità annunciata qualche giorno fa dal Colosso di Mountain View e dedicata agli acquisti online.


Nelle prossime settimane, infatti, Google inserirà il pulsante “Compra” negli annunci pubblicati nei risultati di ricerca dei dispositivi mobile. Questa funzionalità, per ora in fase beta, sarà inizialmente disponibile solo negli Stati Uniti e per pochissime aziende, ma a partire dal 2016 dovrebbe essere estesa anche agli altri Paesi e in modalità estensiva a tutti i partner.


Per facilitare (e incentivare) gli acquisti, Google ha anche pensato a delle nuove schede di prodotto per Google Now, che conterranno le recensioni degli utenti e informazioni sulla disponibilità di promozioni e offerte. Ma la vera rivoluzione nel mondo degli acquisti online potrebbe arrivare molto presto con l’inserimento in Google Now di un servizio di informazione vocale, il Conversational Voice Search, che permetterà di porre domande a voce sui prodotti attraverso il nostro dispositivo mobile, ottenendo di risposta le informazioni nella nostra lingua, come se ci stessimo rivolgendo a una persona in carne e ossa.


La notizia dell’introduzione di questa funzionalità arriva poco dopo la decisione di Pinterest di permettere agli utenti di fare acquisti all’interno della propria piattaforma e dopo le sperimentazioni di Twitter nello stesso campo.


Ovviamente Facebook  cerca di non essere da meno sul campo degli acquisti online.

Anche il più influente e frequentato Social Network, infatti, qualche giorno fa ha annunciato l’arrivo del nuovo bottone “Compra subito, già in fase di test negli Stati Uniti e a breve disponibile anche in Italia. In questo modo sarà possibile effettuare ricerche di prodotti e acquisti online restando su Facebook, senza dover mai abbandonare la piattaforma di social networking.


Il fenomeno si preannuncia quindi effettivamente di grande portata e si propone di rivoluzionare il sistema degli acquisti online, offrendo un’esperienza d’acquisto completamente nuova.


Resta da chiedersi come si modificherà il mercato online e quali ripercussioni questi nuovi strumenti avranno sui tradizionali eCommerce in termini di volumi giornalieri di visite e di acquisti.



Agostino

Voice Over 23 luglio – la classifica social dei film

Film in sala il 23 luglio 2015Cos’è Voice Over?

È un servizio che misura la visibilità social (Facebook e Twitter) dei film protagonisti delle sale cinematografiche. Ogni settimana vedremo quali sono i principali film che hanno ottenuto un volume maggiore di share of voice sui canali social.

In particolare vederemo i risultati per tutti i film già in sala e in uscita nel weekend in arrivo  e per quelli in uscita nel weekend che seguirà.

Perché Voice Over?

Beh, facile! Possiamo vedere quale film ha più visibilità sui social network rispetto ai competitor, possiamo capire se gli investimenti nelle diverse strategie di comunicazione stanno dando i loro frutti, o se è necessario correggere il tiro. Con il report completo è possibile andare a indagare se in particolari giorni c’è stato un picco di partecipazione da parte degli utenti e a cosa è dovuto e, quindi, provare a replicarlo per aumentare la visibilità del film.

Con la nostra piattaforma Thread Off abbiamo raccolto tutte le conversazioni sulle fanpage ufficiali Facebook dei singoli film – o, laddove non disponibili, della casa di distribuzione – e su Twitter tutti i tweet contenenti l’hashtag ufficiale del film e/o il titolo dello stesso.

Periodo di analisi 13-19 luglio 2015

Film già in sala e in uscita dal 23 luglio 2015

Tutti i film, una volta usciti nelle sale cinematografiche vengono monitorati per le successive 4 settimane e, nel caso in cui il successo e la permanenza in sala continuino a dare loro visibilità, anche per alcune settimane a seguire.

  • Il fidanzato di mia sorella – Adler Entertainment
  • Il ragazzo della porta accanto – Universal Pictures
  • Il luogo delle ombre – Eagle Pictures
  • Fuochi d’artificio in pieno giorno – Movie Inspired

I film che sono in uscita questo weekend dovranno vedersela con campioni di incassi come Terminator Genisys o Jurassic World, che nonostante sia da oltre un mese in sala ancora tiene bene al box office.

Film in sala nel week end del 23 luglio 2015

Film in sala nel week end del 23 luglio 2015

Vediamo che Babadook ha una media giornaliera di share of voice superiore, e non di poco, rispetto ai suoi competitor. Lo seguono Terminator, ancora ben saldo anche al box office, e Spy, la commedia con Jude Law, Jason Statham e Melissa Mccarthy. Perde terreno (e forse era anche arrivato il momento) Jurassic World. Quinta posizione per Ted 2 che, almeno al box office, non riesce proprio a stare al passo con il primo capitolo del franchise. Da dire però che il periodo di uscita lo sta penalizzando molto, infatti la stagionalità, tipica del nostro paese, del cinema, ha portato gli incassi delle ultime settimane a colare a picco.

Il report completo di Voice Over va ad esplorare le dinamiche della share of voice dei singoli film da diversi punti di vista. Quello che vediamo abitualmente è la media giornaliera dei primi classificati, sotto invece, possiamo vedere l’andamento dei singoli giorni, sempre per i primi 5 classificati:

Trend giornaliero share of voice-film in sala il 23 luglio 2015

Trend giornaliero share of voice-film in sala il 23 luglio 2015

Possiamo notare che nei giorni di rilascio in sala dei film la share of voice tende ad avere un picco di conversazioni. Babadook ne è un esempio lampante. Terminator ha invece visto un picco il 17 luglio per via di un particolare post su Facebook (con focus su Emilia Clarke) che ha ricevuto molti commenti. Gli altri film hanno mantenuto una media di conversazioni costante nei diversi giorni della settimana, mentre Spy ha visto aumentare molto le conversazioni subito dopo l’uscita in sala. Da notare come nessuna delle nuove uscite sia riuscita a guadagnare un posto nella top 5 di questa settimana.

Film in uscita dal 30 luglio 2015

Dalla prossima settimana vedremo in sala:

  • Ex Machina – Universal Pictures
  • Pixels – Warner Bros
  • Left Behind: la Profezia – Notorious
  • Kristy – The Spaces Movies

Anche l’ultima settimana di luglio vede poche novità. Dopo Emilia Clarke con Terminator scende in campo un altro attore protagonista di Game of Thrones, Petere Dinklage, con Pixels della Warner Bros.

Film in uscita dal 30 luglio 2015

Film in uscita dal 30 luglio 2015

Ex Machina della Universal Pictures si sta guadagnando una buona visibilità e molto probabilmente la prossima settimana, a ridosso dell’uscita in sala, l’attenzione per questo film salirà ulteriormente. Segue, non molto distante, Pixels mentre l’ultima posizione del podio è di Left Behind della Notorious, che ancora non si sta facendo notare molto dal pubblico social. Anche se ancora troppo presto per dirlo con sicurezza, si potrebbe ipotizzare una classifica molto simile anche al box office. La stagionalità, però, come abbiamo visto in queste ultime settimane, non sta giocando a favore di nessuna distribuzione cinematografica.

Per maggiori info e per avere il report completo:  voiceover@estrogeni.net

Agostino

Voice Over 16 luglio – la classifica social dei film

Cos’è Voice Over?

È un servizio che misura la visibilità social (Facebook e Twitter) dei film protagonisti delle sale cinematografiche. Ogni settimana vedremo quali sono i principali film che hanno ottenuto un volume maggiore di share of voice sui canali social.

In particolare vederemo i risultati per tutti i film già in sala e in uscita nel week end in arrivo  e per quelli in uscita nel weekend che seguirà.

Perché Voice Over?

Beh, facile! Possiamo vedere quale film ha più visibilità sui social network rispetto ai competitor, possiamo capire se gli investimenti nelle diverse strategie di comunicazione stanno dando i loro frutti, o se è necessario correggere il tiro. Con il report completo è possibile andare a indagare se in particolari giorni c’è stato un picco di partecipazione da parte degli utenti e a cosa è dovuto e, quindi, provare a replicarlo per aumentare la visibilità del film.

Con la nostra piattaforma Thread Off abbiamo raccolto tutte le conversazioni sulle fanpage ufficiali Facebook dei singoli film – o, laddove non disponibili, della casa di distribuzione – e su Twitter tutti i tweet contenenti l’hashtag ufficiale del film e/o il titolo dello stesso.

Periodo di analisi 6-12 luglio 2015

Film già in sala e in uscita dal 15 luglio 2015

Tutti i film, una volta usciti nelle sale cinematografiche vengono monitorati per le successive 4 settimane e, nel caso in cui il successo e la permanenza in sala continuino a dare loro visibilità, anche per alcune settimane a seguire.

I film in uscita questa settimana sono:

  • Babadook – Koch Media
  • Spy – 20th Century Fox
  • The Reach – Notorious
  • Entourage – Warner Bros

Babadook ha avuto un’uscita anticipata di mercoledì e la sua performance al box office è stata seconda solo a Teminator. Ottimo esordio quindi.

Film in sala nel week end 16-19 luglio 2015

Terminator Genisys continua a rimanere in testa e Jurassic World non molla neanche dopo più di un mese in sala. La lunga coda del grande ritorno dei dinosauri si sta palesando sulle conversazioni social ancora oggi. Beh considerando che nell’ultimo periodo gli avvenimenti cinematografici non sono stati numerosi è comprensibile.

Vediamo però il dettaglio giornaliero dei primi 5 di questa classifica:

Trend giornaliero share of voice

Babadook ha un picco nel giorno del 7 luglio, esaminadno i dati abbiamo visto che tale picco di commenti proveniva da Facebook e in particolare da un post che lanciava un nuovo spot del film. Ancora una volta i contenuti video la fanno da padroni. Altro picco importante riguarda Terminator il 9 luglio, giorno di uscita del film e ovviamente giorno in cui l’attenzione era tutta rivolta al ritorno di Arnold Schwarzenegger nei panni del famoso cyborg.

Film in uscita dal 23 luglio 2015

Tre uscite nel prossimo week end:

  • Il fidanzato di mia sorella – Adler Entertainment
  • Il ragazzo della porta accanto – Universal Pictures
  • Il luogo delle ombre – Eagle Pictures

La classifica vede ancora una volta un film horror, ovviamente il podio i questo caso esaurisce le uscite in sala. In casi come questi è facile comprendere perché il pubblico non sia molto stimolato ad andare al cinema.

Film in uscita dal 23 luglio 2015

Il nuovo film con Jennifer Lopez, Il ragazzo della porta accanto, sbaraglia la concorrenza e si piazza al primo posto con un netto distacco dagli alti film in uscita. I volumi sono ancora troppo bassi per capire veramente come si comporteranno questi film al box office, ma la cosa certa è che, escludendo il primo in classifica, i film in uscita la prossima settimana stanno passando abbastanza inosservati sui social, nessuno ne parla (o pochi) e l’attività promozionale a supporto o non c’è o non sta dando i frutti sperati.

Per maggiori info e per avere il report completo:  voiceover@estrogeni.net

Agostino

Voice Over 9 luglio 2015

Cos’è Voice Over?

È un servizio che misura la visibilità social (Facebook e Twitter) dei film protagonisti delle sale cinematografiche. Ogni settimana vedremo quali sono i principali film che hanno ottenuto un volume maggiore di share of voice sui canali social.

In particolare vederemo i risultati per tutti i film già in sala e in uscita nel week end in arrivo  e per quelli in uscita nel weekend che seguirà.

Perché Voice Over?

Beh, facile! Possiamo vedere quale film ha più visibilità sui social network rispetto ai competitor, possiamo capire se gli investimenti nelle diverse strategie di comunicazione stanno dando i loro frutti, o se è necessario correggere il tiro. Con il report completo è possibile andare a indagare se in particolari giorni c’è stato un picco di partecipazione da parte degli utenti e a cosa è dovuto e, quindi, provare a replicarlo per aumentare la visibilità del film.

Con la nostra piattaforma Thread Off abbiamo raccolto tutte le conversazioni sulle fanpage ufficiali Facebook dei singoli film – o, laddove non disponibili, della casa di distribuzione – e su Twitter tutti i tweet contenenti l’hashtag ufficiale del film e/o il titolo dello stesso.

Periodo di analisi 29 giugno-5 luglio

Film già in sala e in uscita dal 9 luglio 2015

Tutti i film, una volta usciti nelle sale cinematografiche vengono monitorati per le successive 4 settimane e, nel caso in cui il successo e la permanenza in sala continuino a dare loro visibilità, anche per alcune settimane a seguire.

I film in uscita questa settimana sono:

  • Terminator Genisys – Universal
  • Giovani si Diventa – Eagle Pictures
  • Il nemico Invisibile – Barter Multimedia

Ovviamente l’uscita più attesa della settimana è Terminator Genisys della Universal, ma riuscirà a tenere testa alle pellicole già in sala?

Film in sala nel week end del 9 luglio 2015

Grande balzo in avanti per Poltergeist che si posiziona addirittura davanti al gigante Jurrasic World. Effettivamente è andato molto bene in sala nello scorso week end, chissà se riuscirà veramente a superare il mitico parco giurassico anche al box office nel prossimo week end. Terza posizione per Ted 2 che sembra piacere quasi più del primo capitolo. Si posiziona solo quarto Terminator, che comunque sta ottenendo una buonissima visibilità soprattutto su Facebook. Attendiamo i dati di incasso di questo week end per capire se Schwarznegger sia veramente mancato così tanto nei panni di Terminator.

Film in uscita dal 9 luglio 2015

Quattro uscite nel prossimo week end:

  • Babadook – Koch Media
  • Spy – 20th Century Fox
  • The Reach – Notorious
  • Entourage – Warner Bros

La classifica vede ancora una volta un film horror in testa.

Film in uscita il 16 luglio 2015

La commedia Spy con Melissa McCarthy e Jude Law si è piazzata seconda. Il calo di attenzione sul cinema, tipico del periodo estivo, si sta palesando in maniera sempre maggiore man mano che andiamo avanti con le settimane. Con così pochi dati a disposizione è difficile capire quali saranno le performance al box office. La prossima settimana aumenterà sicuramente la share of voice e potremo far qualche valutazione in più.

Per maggiori info e per avere il report completo:  voiceover@estrogeni.net

Agostino

Voice Over – week 22-28 giugno 2015

Cos’è Voice Over?

È un servizio che misura la visibilità social (Facebook e Twitter) dei film protagonisti delle sale cinematografiche. Ogni settimana vedremo quali sono i principali film che hanno ottenuto un volume maggiore di share of voice sui canali social.

In particolare vederemo i risultati per tutti i film già in sala e in uscita nel week end in arrivo  e per quelli in uscita nel weekend che seguirà.

Perché Voice Over?

Beh, facile! Possiamo vedere quale film ha più visibilità sui social network rispetto ai competitor, possiamo capire se gli investimenti nelle diverse strategie di comunicazione stanno dando i loro frutti, o se è necessario correggere il tiro. Con il report completo è possibile andare a indagare se in particolari giorni c’è stato un picco di partecipazione da parte degli utenti e a cosa è dovuto e, quindi, provare a replicarlo per aumentare la visibilità del film.

Con la nostra piattaforma Thread Off abbiamo raccolto tutte le conversazioni sulle fanpage ufficiali Facebook dei singoli film – o, laddove non disponibili, della casa di distribuzione – e su Twitter tutti i tweet contenenti l’hashtag ufficiale del film e/o il titolo dello stesso.

Periodo di analisi 22-28 giugno 2015

Film già in sala e in uscita dal 2 luglio 2015

Tutti i film, una volta usciti nelle sale cinematografiche vengono monitorati per le successive 4 settimane e, nel caso in cui il successo e la permanenza in sala continuino a dargli visibilità, anche per alcune settimane a seguire.

I film in uscita questa settimana sono:

  • Predestination – Notorious
  • Duri si diventa – Warner Bros
  • Poltergeist – 20th Century Fox
  • Annie la felicità è contagiosa – Warner Bros

Ben due uscite per Warner, di cui una, Annie la felicità è contagiosa, con un’uscita anticipata di mercoledì (1° luglio).

Film in sala nel week end 2-5 luglio 2015

Come possiamo vedere dal grafico, Jurrassic World non molla la presa e rimane al primo posto, anche se Ted 2 al box office, nel suo primo week end di uscita, è riuscito a superarlo. Consideriamo però che il film con Chris Pratt era già alla sua terza settimana in sala e quindi sta dimostrando di tenere molto bene. L’eccezione però la fa Unfriended che, nonostante al box office non stia avendo dei risultati al pari dei suoi competitor, in termini di visibilità è in seconda posizione. Siamo andati ad indagare il fenomeno e ci siamo accorti che la maggior parte dei commenti al film hanno un sentiment negativo. A quanto pare c’era molta attesa prima della sua uscita e c’è stata una forte delusione dopo la visione del film. Molto bene anche Poltergeist che, tra le nuove uscite, è l’unico che si è posizionato tra i primi 5 in classifica.

Film in uscita dal 9 luglio 2015

Solo tre uscite nel prossimo week end:

  • Terminator Genisys – Universal
  • Giovani si diventa – Eagle Pictures
  • Il nemico invisibile – Barter Multimedia

In questo caso il podio esaurisce le uscite in sala, ma vediamo quale sta avendo una visibilità sul web maggiore.

Film in uscita dal 9 luglio 2015

Senza nessuna sorpresa Terminator Genisys si piazza in prima posizione con un distacco notevole dagli altri due film in uscita. Il ritorno di Schwarzenegger, nel suo ruolo più famoso, sta sicuramente creando molte attese e, la partecipazione di Emilia Clarke ha portato il film all’attenzione dei molti fan di Game of Thrones.

La scommessa più grande sarà riuscire a battere al box office sia il secondo capitolo dell’orsacchiotto Ted, sia un franchise altrettanto potente come Jurassic Park.

Alla prossima settimana!

Per maggiori info e per avere il report completo: voiceover@estrogeni.net