Italia, impresa diretta

Italia, impresa diretta

Daniela

Come spesso capita, tutto nasce da uno spunto, un’esigenza, un’emozione, da una quotidianità che, per me, mai come adesso, è creatività pura.
La nascita di un figlio ti scombussola e sconvolge. Nulla è (e sarà) più come prima. Nulla può essere fermo. Tutto cambia ed evolve. Velocemente.
E così, io che i cambiamenti li vivo apparentemente con timore ma in fondo con gusto e curiosità, sento che è arrivato il momento di mettere insieme sogni, pezzi di vita e scoperte e partire.
Riparto da qui, da questo luogo virtuale che ha ospitato spesso righe e pensieri intimi. Ma non parlerò di me.
Nasce oggi una nuovo rubrica: uno spazio in cui racconterò storie di chi, con tremore ma senza timore, ha seguito un sogno e assecondato un cambiamento. Spesso, creando impresa.
Mi sono guardata intorno e mi sono accorta che tra persone vicine avevo tanti esempi belli da raccontare.
Uomini e donne che, come scrive Francesca di Tana, “qualsiasi cosa fosse successa io avrei sempre e comunque cercato di inseguire il mio sogno… non avrei potuto fare nient’altro nella vita”.
Sarei potuta partire dall’intervistare il nostro CEO ma lasceremo la sua voce per ultima, a chiusura di un percorso che mi auguro si possa arricchire di voci e testimonianze vicine e lontane.
Le interviste che pubblicheremo raccontano di un’Italia, e non solo, creativa e operosa.
Di piccole/medie aziende che i social e la rete in genere aiutano a comunicare e a far conoscere.
Sono storie diverse ma che nascono da un cambiamento. Subito o cercato. La perdita di una persona cara, la maternità, un bisogno improvviso, la crisi e il licenziamento, l’eredità di uno spazio o un progetto da far fruttare e portare avanti.
Tutto parte da una scommessa. Apparentemente folle. Di certo coraggiosa e impegnativa.
La prossima settimana, martedì, si parte.

4 commenti

Lascia una risposta